Misteriosamente: ultima perla del maestro Enzo Gragnaniello

La malafemmena segue con attenzione la musica della sua terra che lei tanto ama. In particolare adora la musica che incarna la veracità e la passionalità partenopea.

Tra gli artisti partenopei che lei tanto apprezza c’è Enzo Gragnaniello. Enzo è un napoletano doc, nato sui Quartieri Spagnoli. La sua è una musica viscerale che ti entra nell’anima fino a farti sentire le vibrazioni. Basta chiudere gli occhi per volare con le sue melodie tipicamente partenopee. E’ apprezzato da tutte le generazioni, dai più giovani ai diversamente giovani.

Ieri alla Feltrinelli di Napoli c’è stato un incontro magico  a cui la giovane malafemmena non poteva mancare. Il maestro ha presentato il suo ultimo cd Misteriosamente e l’ha intonato davanti ad un’accanitissima folla che non vedeva l’ora di ascoltarlo. In questo meraviglioso cd ci sono delle straordinarie collaborazioni con il mitico Raiz degli Almamegretta, il magico Nino Buonocore e altri artisti partenopei.

Enzo Gragnaniello nasce a Napoli il 20 ottobre 1954 e compone le prime canzoni a 18 anni; naturalmente riguardano storie dell’unico universo che conosce. Storie sentite in osteria da chi aveva fatto la guerra, storie di emarginati, di chi passa la vita in galera e di chi si nasconde dietro un bicchiere di vino e la notte la passa per strada. Sono canzoni d’amore e di rabbia, ma ciò che non manca mai, anche nelle storie più disperate è la speranza e la personalissima interpretazione.

Fiore all’occhiello nella sua carriera artistica è il riconoscimento che gli viene attribuito per ben tre volte con il “PREMIO TENCO” per la migliore canzone dialettale. Numerose sono le sue collaborazioni con altri artisti come autore: per Mia Martini scrive le straordinarie “Stringi di più” e “Donna”. Nel 1991 rilancia la canzone napoletana moderna con il brano “Cu’mmè” che interpreta con la stessa Mia Martini e Roberto Murolo. Il brano raggiunge una tale popolarità da essere tradotto in diverse lingue (va tuttora fortissimo in Spagna, Grecia e Brasile) e nel 1994 viene scelto come colonna sonora per lo spot televisivo del G7 che si tiene a Napoli in quell’anno.

Annunci

3 pensieri riguardo “Misteriosamente: ultima perla del maestro Enzo Gragnaniello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...