Patrimonio dell’umanità: Pinuccio Daniele

La malafemmena è straziata dal dolore e non riesce ancora a credere che il suo messia sia volato in cielo. Nel suo cuore un grande vuoto che nessuno sarà in grado di  colmare. La sua Napoli musicale e umana ha subito una grave perdita.

Pino Daniele era e sarà un’istituzione musicale per Napoli e di Napoli nel mondo. Pino scriveva e suonava di una Napoli complessa e malafemmena di cui se ne leggono i segni in qualsiasi cosa si produce. Pino è stato l’unico a mescolare innovazione e tradizione portando la musica partenopea in giro per il mondo. Pinuccio è patrimonio dell’umanità. Pino era un uomo in blues e con la sua chitarra ha fatto innamorare e sognare generazioni e generazioni. Le sue dita sfioravano divinamente le corde della chitarra producendo melodie uniche.

La malafemmena è cresciuta a pane e Pino Daniele e vede in lui il suo papà musicale. La malafemmena non fa altro che ascoltare Pino e ogni momento della sua giornata è scandito da una sua canzone. I  suoi momenti di gioia e di dolore condivisi con gli amici sanno di Yes,I know my way e tante altre ancora. La malafemmena guarda il golfo della sua Napoli e subito le vengono in mente le parole che Pino ha dedicato al mare della sua Napoli con cui aveva un rapporto complesso fatto di amore e di odio.

La Napoli che Pino ha cantato è quella di cui malafemmena ne è orgogliosa. La Napoli della speranza che non smette mai di sognare e di sperimentare cose nuove. La Napoli che vuole mettersi in gioco  e che ha la forza di volontà di  voler far crollare quel grande muro di pregiudizi che vigono sulla città.

A te Pinù Malafemmena dedica queste parole:

A te che e’ suonn m’e regalato ma e suon miei te si arrubbato perchè nisciuno me po dda chell ca tu m’rat,

A te che e cantato e’  chella   Napule c’ aggio sempe apprezzato pecchè a’ speranza  nun ha perz maje,

A te che m’è fatto vivere mument ca nun me scorde maje…….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...