La morte del Capitone: tradizione culinaria

La malafemmena ci tiene in particolar modo alle tradizioni della sua terra e vuole raccontarvi una che è tipica di queste feste natalizie.

I mercati del pesce sono imbanditi da un pesce che è ricercatissimo ed è  il più venduto in assoluto nelle festività natalizie: il Capitone.

Il Capitone, ossia la femmina dell’anguilla, è l’unico piatto che i napoletani non si fanno mai mancare a tavola per la vigilia di Natale. I pescivendoli hanno difficoltà nel domare questo strano pesce che si muove come un serpente e gli viene mozzata la testa per porre fine alla sua esistenza.

La morte del Capitone ha un significato particolare legato alla malasorte. Mangiare il Capitone senza testa esorcizza la malasorte e la malvagità, annullando l’oggetto portatore della negatività. Non stupisce, quindi, accorgersi che un popolo così superstizioso come i napoletani abbia continuato a scacciare la “malasorte” in questo modo per secoli.

Le donne comprano il capitone  il 23 dicembre ancora vivo, e si mantiene vivo in casa fino al momento della cottura. Oltre che un rituale, questo consente di cucinare un pesce freschissimo e di non incorrere in errori; comprare il capitone già pulito infatti, oltre che impedire di giudicarne il grado di freschezza, non consentirebbe di vederne la testa, elemento importante che lo distingue da un pesce simile, il gorgo, che però è molto meno pregiato.

La malafemmena offre particolare attenzione alle tradizioni perchè crede che siano l’elemento che rendano singolare ciascuna parte del mondo.

_DSC4242               _DSC4245

_DSC4254

phographer: Lucio Criscuolo

Annunci

2 pensieri riguardo “La morte del Capitone: tradizione culinaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...