Scampia Rugby

La malafemmena rivolge un’attenzione particolare a quelle realtà napoletane complesse perchè crede che   siano produttrici di  positività . Una canzone diceva che dal letame nascono i fiori e Malafemmena può confermarlo.

La malafemmena è stata colpita da un progetto interessante sviluppatosi ultimamente a Scampia. Si tratta della squadra dello Scampia Rugby. La malafemmena è stata coinvolta emotivamente perchè ha intravisto negli occhi di chi ha ideato e realizzato il progetto una grande voglia di fare e di emergere.

La malafemmena si infastidisce molto quando Scampia viene associata alla parte marcia della città. Scampia è un quartiere come tanti altri dove c’è il buono e il marcio, ma è difficile trovarne il buono se si vuole far notizia. E’ scontato dire che è facile vendere il format Napoli in maniera negativa.

L’idea di portare il rugby a Scampia nasce nel novembre dell’anno scorso, quando lo psicologo dello sport, Salvio Esposito, decide di radunare intorno a sé alcuni giocatori dell’area nord di Napoli. Il progetto nasce con l’intento di trasmettere quei valori formativi di una disciplina dura come quella del rugby in un quartiere su cui è troppo evidente il pregiudizio formatosi nel corso degli anni. Inizialmente comprendeva solo l’idea di formare delle squadre juniores e di coinvolgere quanti più bambini possibile. Il difficile impatto con una realtà in cui il rugby era praticamente sconosciuto e la grande voglia di ritornare in campo da parte di coloro i quali, fino a quel momento erano stati gli unici a credere nel progetto, fa si che nell’estate di quest’anno prendesse vita anche la squadra seniores capitanata da Gaetano Russiello, conosciuto sui campi di tutta la regione per la sua scarsa disciplina ma che, all’età di ventotto anni, è diventato uno splendido esempio di correttezza per tutti.

Insieme a Russiello anche Rolando Silvestro e Vincenzo Strino, allenatori della prima ora nel progetto Scampia Rugby ed ora anche dirigenti e giocatori. A completare il team anche il presidente della società, Luigi Piscopo, e tanti altri giocatori provenienti da altre società, in particolar modo dall’Arzano.

Attualmente la squadra si trova al secondo posto del girone campano di serie C2 dopo aver ottenuto tre vittorie su tre partite. Un vero e proprio miracolo di umanità e coesione sociale che sta fa facendo notizia visto che nel mondo del rugby locale risultati del genere non erano mai stati ottenuti da una squadra all’ esordio assoluto.

 

10624705_553339041433501_4843064746536742607_n (1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...